Taglio manageriale | Il Blog

Fidelity Card per Parrucchieri: non fare questo errore

Fidelity Card per Parrucchieri

Le Fidelity Card per Parrucchieri sono uno strumento marketing molto ambito ma spesso impostato talmente male che fa perdere soldi al Salone. Lo vedremo in questo articolo.

Se il tuo commercialista ti dicesse che devi pagare 4.000 € di tasse mentre ne dovevi versare solo 3.000, probabilmente ti arrabbieresti un bel po’.

Da un professionista che maneggia “i tuoi numeri” ti aspetti precisione al centesimo. La stessa precisione che tu impieghi nel fare una decolorazione o un taglio.

Ti serve una precisione chirurgica anche quando imposti iniziative commerciali robuste, quali l’attivazione di una FIDELITY CARD o un SISTEMA PREMIANTE per i collaboratori.

Le definisco “robuste”, perchè hanno un impatto commerciale e monetario sulle tue finanze a lungo termine.

Impostarle bene o male, fa la differenza sui tuoi esborsi futuri e un errore di costruzione può generarti perdite al posto di guadagni.

Inoltre, uno strumento mal progettato non ti fa raggiungere gli obiettivi commerciali che ti eri ripromesso.

Caso Studio: 1 Fidelity Card per Parrucchieri impostata male

Ti porto L’ULTIMO CASO, in ordine di tempo, in cui mi sono imbattuto e che dovremo correggere a breve.

Fidelity Card impostata con il classico “1 punto per ogni € speso sia in servizi che in prodotti”.

3 fasce di premio:

  • 150 punti (equivalente a 150 € di spesa totale): buono da 10 €
  • 400 punti (equivalente a 400 € di spesa totale): buono da 15 €
  • 700 punti (equivalente a 700 € di spesa totale): buono da 20 €

Possibilità di spendere il buono solo in prodotti e durata della raccolta punti di 11 mesi

Cosa c’è che non funziona in questa Fidelity Card?

  1. La cliente che più spende ottiene in % il premio più basso (pari al 2.8% di quanto ha speso)
  2. I livelli di spesa sono calcolati evidentemente “a caso”, senza considerare lo storico degli acquisti delle clienti di quel salone
  3. Con un solo appuntamento e uno scontrino da 150 €, una cliente può ottenere subito un buono da 10 €
  4. Chi accumula 150 punti x 4 volte (= 600 punti) ottiene 40 € di buoni, contro i 20 di chi persevera fino a 700 riscattandoli tutti in una volta sola.
  5. La durata è eccessiva e andrebbe ridotta.

Ci sono altre riflessioni che potremmo continuare a fare, soprattutto sul PERCHE’ è stata avviata l’iniziativa.

Quando avvii una raccolta punti ti devi chiedere se lo fai per:

  • premiare le migliori clienti
  • stimolare le clienti basso e medio-spendenti ad aumentare la loro spesa.
Un nodo cruciale sul quale spesso si inciampa e che determina l'impostazione di livelli di premiazione, la grandezza dei premi e la durata dell'iniziativa.

In generale la formula che noi di Taglio Manageriale adottiamo è questa:

  • Analisi dei comportamenti di acquisto avvenuti in passato
  • Definizione dell’obiettivo dello strumento (premiazione delle migliori clienti o stimolazione delle clienti medio-spendenti)
  • Impostazione dello strumento e test con durata ridotta
  • Analisi dei risultati ed eventuale perfezionamento

Purtroppo le formule “copia-incolla” non solo non funzionano, ma rischiano di drenare denaro dalle casse del tuo salone senza che tu te ne accorga.

Prima di farti ammaliare dall’esclusività dello strumento (ammetto che io stesso amo le Fidelity), è bene chiedere consiglio ai numeri. Loro sanno darti la risposta giusta.

Se vuoi inserire una Fidelity Card per Parrucchieri ma non vuoi fare tutti questi errori, parliamone insieme. Puoi fissare una consulenza gratuita con me cliccando QUI! Potrai scegliere giorno e ora per parlare direttamente con me dei tuoi progetti commerciali.

siamo Guido e Veronica

Taglio Manageriale è il nostro studio di consulenza marketing specializzato esclusivamente nel settore parrucchieri.

Scopri le nostre
Guide Gratuite