Taglio manageriale | Il Blog

Specializzazione Salone: 7 consigli per trovarla

La ricerca di una specializzazione per il salone spesso non fa dormire il parrucchiere! “Siccome tutti la trovano, devo individuarla anch’io!”: queste sono le parole che spesso ci vengono dette in consulenza, quando partiamo con qualche nuovo salone. In questo articolo, voglio quindi fornirti un punto di vista articolato sull’argomento che non si limiti al solito “specializzati nei biondi” o “specializzati nel tricologico”.

Il salone (ma in generale qualsiasi attività) ricerca la specializzazione perché grazie ad essa potrà:

  • Emergere con più facilità tra la moltitudine della concorrenza
  • Diventare, in quanto specialista, autorevoli in quello specifico ambito rispetto alla massa
  • Vendere di più, meglio e con più facilità grazie all’autorevolezza maturata

Dal punto di vista teorico è tutto corretto. In un mercato sempre più competitivo e a volte generalista come quello dei saloni, DIFFERENZIARSI = EMERGERE.

Ma la realtà è sempre più complessa! Per emergere non basta apporre un’etichetta di specializzazione, ci vuole molto di più.

Ho quindi pensato di aiutarti con questi 7 consigli che ti aiuteranno a maturare una maggiore consapevolezza su come trovare la specializzazione del tuo salone.

1. Se non trovi la specializzazione per il tuo Salone, forse non c’è!

Avere la consapevolezza che allo stato attuale il salone NON ha una specializzazione su cui lavorare è spesso salvifico. Si evita così di inventarsi specializzazioni insostenibili (perché non se ne hanno le competenze) o di usare nomi di specializzazione assurdi (perché fa figo).

Il marketing aiuta a vendere una competenza che c’è, non una tua fantasia.

2. La Specializzazione del Salone richiede tempo di sviluppo.

Se sai che NON hai una specializzazione, ma c’è un ambito in cui vorresti diventare specializzato devi considerare se sei disposto ad investire TEMPO per migliorare:

  • Tempo di formazione personale
  • Tempo di formazione per il tuo Staff
  • Tempo di sviluppo affinché ciò che hai appreso si trasformi in fonte di reddito.

Se non sei disposto ad investire il tuo tempo rischi di ottenere più frustrazione che risultati.

3. La Specializzazione del Salone richiede soldi da investire.

Ebbene sì, al di là dei sogni, per sviluppare una specializzazione servono soldi. Investimenti economici per la formazione che ti serve per migliorare ed acquisire le competenze tecniche necessarie e Investimenti per creare dei materiali di comunicazione a supporto della tua specializzazione. Altrimenti rimane una cosa che sai tu e nessun altro.

4. La Specializzazione richiede dei “NO”.

Vuoi specializzarti in un ambito? Bene, devi considerare di dire di NO a prodotti, trattamenti che non sono in linea con questa specializzazione.

Corsi di formazione che non aggiungerebbero valore alla specializzazione. Non ha senso infatti disperdere energie e soldi in ambiti che non portano linfa alla tua specializzazione. Quindi agire meno di “pancia” e più di testa.

5. Ciò che non comunichi, non esiste.

Arriviamo quindi al cuore di questo approfondimento. Diciamo che tu abbia individuato una specializzazione: ricorda che se non la comunichi NON ESISTE!

Quante volte vediamo scritto alla fine di un post che non dice nulla la frasetta: “specialista biondo”, “specialista riccio”, “specialista tricologico”. Non basta quella frasetta, servono CONTENUTI studiati ad hoc.

6. Racconta la tua Specializzazione, rendila visibile.

  • Cosa rende unica (nella pratica) la tua specializzazione rispetto ad altri che dicono di averla?
  • Cosa dovrei aspettarmi da te?
  • Quali sono le competenze tecniche che metti a mia disposizione?

Esiste un mondo di contenuti dietro ad una specializzazione che trasformano l’etichetta “Specialista in…” in un vero strumento di differenziazione.

Il tuo calendario editoriale dovrebbe continuamente rispondere alle domande che ti ho scritto qui sopra. E ricorda che la ripetizione giova alla tua specializzazione: non occorre fare 1 post ogni tanto ma ribadire continuamente gli argomenti che ti differenziano.

7. Non fissarti sulla punta dell’iceberg, c’è anche un sotto…

Definire una specializzazione è solo la PUNTA DELL’ICEBERG. Spesso il parrucchiere si concentra sulla “punta” senza avere consapevolezza di tutto ciò che dovrà implementare (il sotto). Eppure è grazie alla parte nascosta ( = competenza tecnica, strumenti di comunicazione adeguati, orientamento all’obiettivo ecc…) che brillerà la punta dell’ ICEBERG!

Così che tu possa capire se hai veramente tempo, energie e soldi da investire nello specializzarti. Altrimenti rimarrà solo un’etichetta e nulla più.

NON vogliamo farti desistere dal ricercare la tua specializzazione.

Con questo articolo ho solo cercato, come piace a me, di offrirti uno sguardo alternativo e più articolato sull’argomento.

Se hai bisogno di aiuto, parla con noi: fissa la tua CONSULENZA GRATUITA DI 20′

Gratis 1 consiglio di marketing per parrucchieri ogni settimana

Iscrivendoti alla nostra Newsletter “Il Punto”, ogni mercoledì alle 18:00 riceverai un approfondimento per potenziare il tuo marketing in salone: idee sulla gestione dei social, su iniziative commerciali e sull’analisi dei numeri.

ISCRIVITI GRATIS lasciando i tuoi dati qui sotto:

siamo Guido e Veronica

Taglio Manageriale è il nostro studio di consulenza marketing specializzato esclusivamente nel settore parrucchieri.

Scopri le nostre
Guide Gratuite

Torna in alto