Taglio manageriale | Il Blog

Quante parole usare sulla pagina Instagram del Salone

È parere comune pensare che sulla pagina Instagram del Salone le persone non leggano e che non abbia quindi senso scrivere “caption”, cioè testi lunghi a supporto delle immagini.

La mia esperienza diretta mi ha invece dimostrato che se vuoi educarecoinvolgere e scegliere di essere seguiti da un pubblico interessato, le parole servono.

Poco tempo fa ho letto la ricerca condotta da Fohr che riportava come la lunghezza media dei testi sui post di Instagram fosse più che raddoppiata dal 2016.

La stessa ricerca prevede che negli anni a seguire i testi saranno ancora più lunghi, come fossero dei mini post o mini articoli.

Ecco il risultato dell’analisi che racconta questa crescita:

Ma c’è di più. Proseguendo nell’analisi Fohr indica che all’aumento del numero di parole del copy del post aumenta anche il tasso di engagement.

Quindi più testo c’è, più interazione col pubblico si riesce a generare.

Sono felice che sia stata condotta un’analisi così puntuale perché mette fine all’universo dei “secondo me” contro il quale combatto da anni!

E, sia chiaro, combatto anche contro me stessa quando penso “secondo me” relativamente ai social. Ho piuttosto imparato a testare con cura, analizzare i numeri e solo dopo prendere posizione.

Un testo più lungo nei post Instagram del Salone genera maggior coinvolgimento. Perchè?

  1. Dimostri di aver qualcosa da dire al tuo pubblico, di avere una posizione, un’anima. In fin dei conti per raccontare chi siamo, possiamo avvalerci di immagini ma anche di parole.
  2. Ciò che scrivi fornisce ulteriori elementi su di te e il tuo salone a chi ti legge. Come scrivi racconta la cura, l’attenzione che impieghi nel farlo.
  3. Dimostri che non sei sui social solo per vendere quel servizio o prodotto ma per creare un legame con chi ti segue.

Per fare tutto ciò è importante sapere qual è il messaggio che vuoi dare, al di là dei singoli post. Se non hai chiaro questo non troverai mai le parole più adatte per raccontarti.

Alla fine la ricerca di Fohr indica anche un dato numerico:

70 sono le parole per comporre un testo di Instagram che possa essere più coinvolgente.

Ma come sempre ti suggerisco di testare per alcuni mesi, così che l’utente si abitui (analizzando i dati dell’engagement).

Quindi sono defunti i testi brevissimi? No! Solo che oggi sai che, numeri alla mano, anche testi più lunghi potrebbero tornare utili.

La parola scritta ha un grande valore. Io la vedo così: più mi prendo cura delle parole che utilizzo sui social dei tuoi colleghi, più chi legge saprà cosa aspettarsi una volta entrato in salone.

Scopri come noi di Taglio Manageriale gestiamo i Social del Salone: clicca qui per approfondire il servizio “Gestione social del Salone”

siamo Guido e Veronica

Taglio Manageriale è il nostro studio di consulenza marketing specializzato esclusivamente nel settore parrucchieri.

Scopri le nostre
Guide Gratuite